AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2488589
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
15 Marzo 2014
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Buone prassi

GIT Caserta, BPE e la Biblioteca della Dicoesi di Caserta, hanno organizzato un evento interassociativo e intersistituzionale per far conoscere questo strumento.

Anche Caserta festeggia i 15 anni di Banca Popolare Etica, in una data simbolica

L’iniziativa di sabato 8 marzo 2014, è stata curata dalla Circoscrizione Provincia di Caserta ed è la prima promossa dal GIT, Gruppo Iniziativa Territoriale, rinnovato da poco con la nomina di Pasquale Iorio a nuovo coordinatore provinciale. 


Banca Etica venne lanciata da una rete di associazioni ed enti non profit e l'evento di Caserta si colloca tra i tanti che verranno realizzati in questo mese sul territorio nazionale per ricordare questo singolare progetto.  


Teresa Masciopinto, Refererente SUD Area Culturale, spiega: “l’evento di Caserta fa risaltare uno dei caratteri peculiari di BPE, ovvero il ruolo delle donne a partire dal CDA, che oggi è prevalente rispetto agli uomini” per questo anche la scelta della data. 


La giornata di studi è stata introdotta da Pasquale Iorio del Comitato Etico che ha ricordato come “il ruolo di BPE vada a sostegno di tante iniziative impegnate sul territorio per la legalità, come l’uso sociale e produttivo dei beni confiscati, ed utile ai servizi essenziali per i soggetti più deboli come gli immigrati, i portatori di handicap, donne e anziani”. 


Scrivono gli organizzatori: “delle banche tradizionali, Banca Etica propone i principali servizi e prodotti destinati al singolo, alle famiglie e alle organizzazioni. Sul fronte dei finanziamenti Banca Etica però concede prevalentemente credito alle realtà che operano all’interno del Terzo Settore e dell’economia solidale, in particolare nell’ambito dei servizi sociosanitari ed educativi, dell’inserimento lavorativo dei soggetti deboli, della cooperazione allo sviluppo, del volontariato internazionale, della tutela ambientale e della salvaguardia dei beni culturali”. Grande occasione quindi per le associazioni e le realtà sociali in Terra di Lavoro, sia per conoscere che per creare nuove interazioni. 


Molti infatti i rappresentanti all’incontro di sabato 8 marzo 2014: Camilla Bernabei segretaria CGIL, la rappresentante del Forum Terzo Settore Luisa Perinalli - Anolf Cisl - in fase di rilancio, Giada Civitillo Coop Kaos Confcooperative, Stefania Mastroianni - a nome dei produttori del GAS Caserta, Elisabetta Luise Presidente Auser Caserta, Irma Halili Cidis Onlus, Gennaro Castaldi CSV Asso.vo.ce. Inoltre, don Nicola Lombardi direttore Biblioteca progetto Policoro, GFranco Tozza Referente Legambiente, Elisa Laudiero nuova Segretaria NIDIL, Natale Segretario Filt CGIL e Antonio Corrente Fisac CGIL, Mario Marotta Editore ed operatore culturale Giani UISP, Gianni Allucci AD Consorzio Agrorinasce, Donatella Cagnazzo Fai – Responsabile CONFINDUSTRIA Settore beni culturali e turismo, Guido Civitillo Camera di Commercio a Carlo de Michele Banca Popolare di Bari (fonte uff. comunicazione GIT).


Vedi il servizio e alcune interviste.



 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter