AGGIORNATO IL 27 Maggio 09:43:53
VISITE: 1727649
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
29 Luglio 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Leali Sociali

Editoriale - "Non è protestando ma facendo che si cambia". Mai così tanta gente a Copacabana, né al carnevale, né al Capodanno. Folla di giovani per il Papa in Brasile, capace di stare vicino agli Ultimi col dialogo…

Papa Francesco: ancora il bene contro il male

Ancora il bene contro il male per questo Papa che dice di portare con sé il Vangelo e che parlando ai giovani raccomanda loro con parole semplici, che sanno arrivare ai cuori di tutti, di portarlo tra la gente e di non avere paura. 


Poi annuncia anche che la prossima festa dei giovani sarà in Polonia, il paese di Papa Woityla, e la folla esulta. Ancora il bene conto il male. "Agire" per il bene e la chiesa sta già cambiando, o forse solo ritrovando il Suo senso. Povertà e attenzione agli altri: Francesco, quello diventato Santo di Assisi, lasciò tutti gli averi per questa missione. E ancora le parole chiave sono di non avere paura e di portare le parole del Vangelo. Perché, dice, solo così si può cambiare il mondo. 


Siate ambasciatori, agite per il bene e portate la parola di Dio; a parte tutto (chiesa, cattolici, religione ndr) è una energia d’amore infinita, mai una parola d’odio o di attacco, solo speranza e amore. Pensate quanto amore concentrato in un unico posto, in una terra dove ci sono tra i più alti contrasti, tra favelas e grattacieli, tra ricchezza e povertà, dove i bambini respirano la colla e si prostituiscono e ci sono limousine milionarie. Una terra ricca che potrebbe sfamare tutto il Sud America. E quel che si vedeva dalle immagini trasmesse in mondovisione erano solo volti giovani e freschi. Consapevolezza di cambiamento? Non reagire alla violenza, ma portare la parola di Dio tra la gente. E questo, credenti e non credenti cattolici, è ancora una volta "rispondere al male con il bene". 


Chissà forse il mondo sta già cambiando.

 
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter