AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2311080
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
9 Febbraio 2015
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Comunicazione

Un concorso dedicato alle buone notizie premia l'informazione positiva e costruttiva, nell'intenzione, che anche il nostro network promuove da sempre, di fare informazione con una visione positiva di quanto accade.

Caserta, non solo terra dei fuochi: le “Buone Notizie” vengono premiate

Giunto alla 7° edizione il “Premio Buone Notizie” 2015 (organizzato grazie ad una collaborazione tra Unione Cattolica della Stampa Italiana, Corso in Comunicazione dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S.Pietro”, dall’Ufficio Comunicazione Sociale della Diocesi di Caserta, dall’Associazione “ScrivEremo”,dall’AssoStampa provinciale, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e con la partecipazione del Corriere della Sera) ha premiato quest' anno, oltre ai giornalisti, anche la "buona notizia" raccontata la storia di Hicham, raccontata per la prima volta dal giornalista Gianluca Testa, sul blog “Buone Notizie” del Corriere della Sera, poi intervistato in molte trasmissioni (vedi la sua storia).



A dibattere di buone notizie nomi autorevoli della stampa italiana premiati per aver saputo raccontare positivamente la realtà quotidiana. presso la Sala Conferenze della Biblioteca Diocesana di Caserta, Sabato 24 gennaio scorso.




Premiati il Direttore de "Il Mattino", Alessandro Barbano, il Direttore di "Tg2000", Lucio Brunelli, la Vicedirettrice di "Famiglia Cristiana", Renata Maderna, e il Direttore di “Tv2000”, Paolo Ruffini alla presenza del Vescovo di Caserta, S.E.Mons. Giovanni D’Alise e del Direttore dell’ISSR, don Nicola Lombardi.



Tra le riflessioni emerse durante la premiazione è stato messo in luce quanto la forma nel raccontare la notizia faccia la differenza nell'informazione, e come questi diventi una volontà proprio nell'informazione di portare esempi costruttivi di quanto accade. E tutto questo anche quando la notizia non è così "buona": la forma e la capacità di narrare senza giudizio cogliendo il punto di vista positivo.


 


Vedi le foto.

 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter