AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2435763
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
7 Novembre 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Ecosostenibile

Un acronimo che raccoglie la volontà di unirsi per parlare di cooperazione, valori etici, e condivisione. Sentite questo interessante progetto.

Co.Co.Co. non è un nuovo tipo di contratto ma...

Ne abbiamo dato notizia recentemente annunciando l'incontro del 21 novembre a Roma sulla new economy. Ma questa iniziativa sottende un’interesse progettuale comune, rivolto al Bacino idrografico del Tevere, che interessa 6 Regioni d’Italia, che gli organizzatori hanno racchiuso in questa sigla.



Con l’acronimo Co.Co.Co., ideato dagli organizzatori per sottolineare l'importanza dell’incontro in programma per un lavoro comune sulla centralità dell’uomo e per la sua “salute” in senso generale, dove il legame col territorio di vita e un lavoro non “quale che sia”, evidenza un progetto che va oltre l'immediato e guarda al futuro nella usa globalità dove l'uomo è al centro, così come già nel titolo del convegno del 21 novembre prossimo: "New economy: dalla tecnologia alla centralità dell’uomo".



Ma cosa significa Co.Co.Co.? Si tratta in sintesi di tre parole: Comunità – Una popolazione che vive su un territorio, che dialoga al proprio interno e si apre all’esterno, legata da caratteristiche, identità, vocazioni che la distinguono. Conoscenza – Valore individuale del cittadino e valore etico dei “decisori”, legato alla loro onestà intellettuale (sapere cosa si sa e si può fare, sapere cosa si dice). Cooperazione – Unità d’intenti e d’azione, coesione e condivisione, il coinvolgimento collettivo su un fine positivo, abbattendo steccati e ottenendo un risultato complessivo migliore.

 


Una giornata quindi dedicata questi temi cari alla Associazione "Un ponte sul Tevere" che seguiamo da tempo nei progetti di ecosostenibilità, cultura e attenzione al territorio; una giornata in cui gli organizzatori ci scrivono "Attendiamo ulteriori proposte di partecipazione e contributi, possibilmente indicando i titoli degli stessi, considerando 12 minuti circa per ogni intervento nell’orario pomeridiano dedicato dalle 14.30 alle 18.30".


Sotto l'elenco pervenuto di coloro che si sono già iscritti in programma per trattare vari temi progettuali: Una scelta nel Lazio per l'AgriVillage della regione Tiberina – Il paesaggio alimentare nel territorio tiberino del Lazio: colture e culture del cibo – Usi sociali e riabilitativi degli spazi urbani attorno al Tevere nel II° Municipio di Roma – Il ruolo del "distretto biologico" per uno sviluppo sostenibile del territorio – Vie d'acqua interne e pianificazione socio-economica del territorio: ipotesi per uno sviluppo integrato – Il project-financing "Metro T" per la trasformazione di Roma attorno al Tevere – Verso il "marchio geografico collettivo" della regione Tiberina – Sviluppo tecnico del portale ViaggiainTiberina.it – Terre pubbliche ai giovani agricoltori – Strumenti finanziari innovativi per le PMI – La sussidiarietà per un distretto culturale del “ben vivere” attorno a Cesano – Verso il Parco archeologico-naturalistico della Tuscia – L’eco-etica possibile nella regione Tiberina. .

 


Maggiori informazioni Consorzio Tiberina, Agenzia di sviluppo per la valorizzazione integrale e coordinata del Bacino del Tevere  - tel 063202087-0632500420 e-mail  tiberina@unpontesultevere.com 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter