AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2419899
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
23 Novembre 2012
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Autore: Redazione
Categoria: RicercaSicurezza

Nuova iniziativa per migliorare il rapporto tra carcere e territorio con un momento di studio aperto ai giornalisti alla Casa di Reclusione di Padova

Conoscere il carcere per raccontarlo

Si terrà a Padova un singolare seminario dedicato agli iscritti all’Ordine dei Giornalisti del Veneto, praticanti, professionisti o pubblicisti, con l’obiettivo di favorire la conoscenza delle tematiche sulla giustizia attraverso l’analisi di casi concreti e le testimonianze di alcuni detenuti. Con il titolo “Reati, persone sicurezza sociale: conoscere il carcere per raccontarlo” si tratta di un'occasione particolare per entrare in contatto diretto con una realtà poco conosciuta ed avere un momento di scambio e di riflessione.

Tra gli argomenti che verranno trattati: l’importanza dei percorsi di rieducazione, il rapporto tra tempi di detenzione e necessità di sicurezza richiesta dai cittadini, percorso di espiazione della pena e possibilità di cambiamento.  

Il seminario si svolgerà all’interno della Casa di Reclusione Due Palazzi di Padova il giorno 5 dicembre 2012 ed è organizzato in collaborazione tra la redazione della rivista interna della Casa di Reclusione e l’Ordine dei Giornalisti del Veneto.

Per partecipare è necessario comunicare entro e non oltre lunedì 26 novembre i propri dati (nome, cognome, luogo e data di nascita, mail e numero di telefono cellulare) all’Ordine dei Giornalisti del Veneto a questo indirizzo segreteria@ordinegiornalisti.veneto.it

 

 
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter