AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2419924
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
17 Marzo 2014
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Attualità

Treviso e Caserta, due tra i tanti esempi “in gioco” per questa importante campagna di sensibilizzazione per l’opinione pubblica sui rischi derivanti dalle dipendenze da gioco.

Da nord a sud la campagna contro i rischi del gioco d’azzardo

TREVISO: “Mettiamoci in gioco” è la campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo. “L’iniziativa, nata per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulle reali caratteristiche del gioco d’azzardo e sulle sue conseguenze sociali, sanitarie ed economiche, e per avanzare proposte di regolamentazione del fenomeno, catalizzare l’impegno di tanti soggetti che si mobilitano” (Fonte ACLI Treviso), vede impegnate molte realtà da nord a sud per contrastare il fenomeno. 


Le Acli aderiscono alla campagna nazionale No Slot” – scrive sul sito delle Acli trevigiane il Presidente Andrea Citron – “nella convinzione che si urgente ridurre l’alta variabilità attuale nella tassazione sui diversi giochi incrementando le entrate per lo Stato, rimaste stabili pur in presenza di un volume d’affari crescente e portare a termine le procedure per l’inserimento del gioco d’azzardo patologico nei Livelli essenziali di assistenza che devono essere garantiti dal servizio sanitario nazionale”. 


La campagna propone di investire i sindaci di reale potere di controllo sul fenomeno sui propri territorio e di vincolare l’1% del fatturato annuo dei giochi d’azzardo al finanziamento delle azioni di prevenzione assistenza, cura e ricerca in questo ambito. Sul sito "mettiamociingioco" trovate tutte le informazioni sulla campagna e come aderirvi. A Treviso e Carbonera sono previsti prossimamente diversi incontri sul tema.


CASERTA: L’incontro “Liberiamoci dal gioco d’azzardo” è stato organizzato dal Circolo Vita, GIT Banca Etica e Italia per il Mondo, in collaborazione con il Forum Terzo Settore e si è tenuto nella “Piazza del sapere” della Feltrinelli di Caserta il 5 marzo scorso. 


Un momento di confronto e mobilitazione della società civile che ha cercato di coinvolgere la cittadinanza ad una partecipazione consapevole sul problema. Durante la presentazione dell’iniziativa Pasquale Iorio, che sta lavorando alla rilancio del Terzo Settore casertano ed ha organizzato questa serata, ha introdotto il nuovo libro di Antonio Michele Moccia sui temi del gioco d’azzardo e le infiltrazioni criminali basato su dati concreti.


Breve sintesi degli interventi tratto dal testo curato da Pasquale Iorio: erano presenti al dibattito la psicologa Ada Moscarella che ne ha affrontato l’argomento da un punto di vista educativo e di prevenzione sui rischi che possono colpire i giovani e le loro famiglie; Rossella Calabritto del Presidio Libera, che ha sottolineato l’impegno avviato con l’Auser Nazionale su una ricerca su anziani e gioco d’azzardo; Marilena Lucente, autrice di un saggio su donne e gioco d’azzardo in via di pubblicazione; l’Associazione giovanile “TuNoi” con un progetto su ludopatia della ASL di Caserta; Raffaele Persico della Polizia di Stato che ha portato il saluto del Questore; Francesco Apperti, consigliere comunale, che presentato la richiesta di sottoscrivere il manifesto dei Comuni e le condizioni per rilanciare un Osservatorio sul fenomeno del gioco d’azzardo, secondo cui “il sindaco Pio Del Gaudio, attento osservatore, ha assicurato che il tema verrà discusso nella prossima seduta, colmando una lacuna che può vedere il comune capoluogo protagonista di una azione di riscatto civico, anche con il coinvolgimento del Forum terzo settore, della Associazioni e dei commercianti”. 


Vai alle video interviste di Pensiero Libero Network.

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter