AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2419965
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
19 Settembre 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Cultura

Grande affluenza di pubblico e scolaresche per la mostra fotografica dedicata all'emigrazione di inizio secolo.

Grande successo di pubblico per "Partono i Bastimenti" a Cosenza. Prorogata fino al 27-10

Vista la grande affluenza a questa interessante mostra allestita a Palazzo Arnone Cosenza una scelta fatta dagli organizzatori per permettere l'afflusso delle scolaresche.


Grazie alla sinergia operativa tra il Soprintendente Fabio De Chirico e l'organizzazione e coordinamento di Domenico Belcastro e  Francarosa Negroni, la sede della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria e della Galleria Nazionale di Cosenza, prolungherà l’apertura della mostra fino a domenica 27 ottobre 2013.


La rassegna, di cui avevamo dato notizia anche sul nostro network ndr) è stata "progettata e promossa dalla Fondazione Roma – Mediterraneo e  condivisa dalla Soprintendenza, e rappresenta, in linea con la valorizzazione del patrimonio etnoantropologico, una profonda riflessione storica sul fenomeno emigrazione che, tra il XIX e il XX secolo, ha significativamente segnato la regione Calabria" e l'intero Paese.


La mostra, curata da Francesco Nicotra, si avvale di un allestimento che invita ripercorrere "la coraggiosa epopea degli oltre venticinque milioni di italiani, tanti dei quali calabresi, che tra il 1861 e i primi anni ’60 del Novecento attraversarono l'oceano per strappare se stessi e i propri figli alle drammatiche condizioni di miseria".  


La raccolta proviene da archivi e collezioni private e descrive "momenti del doloroso distacco, le traversate, gli approdi in terra straniera, i sacrifici e la speranza del riscatto" sono inoltre presenti "modelli in scala di navi storiche dell’emigrazione, come il Duilio, gemello del Giulio Cesare che portò in Argentina i familiari di papa Francesco, passaporti, biglietti e documenti di navigazione, libri, giornali, insegne ed etichette dei prodotti tipici italiani"(fonte Ufficio stampa Silvio Rubens Vivone ndr).


La mostra Partono i Bastimenti rimarrà aperta fino al 27 ottobre 2013 con orario: 10.00/18.00 tutti i giorni (escluso il lunedì). Per visite scolastiche e di gruppo è obbligatoria la prenotazione al numero 0984 795639.



 
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter