AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2486982
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
5 Aprile 2015
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF

A Caserta se ne parla da tempo e con varie proroghe, oggi un libro di Giusto Nardi fa il punto con una analisi accurata della sua storia e dei possibili scenari futuri. Sperando di trovare una soluzione idonea.

La storia di Pasqua: Il Villaggio dei ragazzi, un progetto da salvare

Il progetto, nato nel dopoguerra, ha oggi più che mai bisogno di sostengo pubblico e privato, noi ne parliamo oggi nella speranza che il giorno che gli dedichiamo, porti nuova Luce a questa iniziativa di Don Salvatore D’Angelo, il cui nome ha già in sé i segni Cristici della speranza. 


Si è tenuta a Caserta il 31 marzo u.s. presso la Biblioteca Diocesana, la presentazione del libro “ Vi racconto il Villaggio” di Giusto Nardi (Ed. Saletta dell’Uva). Il testo propone una attenta analisi storica del progetto “Villaggio dei ragazzi” e narra dell’incontro dell’autore, nel 1980, con il sacerdote fondatore. Nardi definisce questo antesignano dell’educazione un “imprenditore del sociale”, fortemente centrato sulla disciplina e la necessità del rispetto delle regole, il cui Villaggio è stato ed è ancora un punto di riferimento per molti giovani.


Sorto a Maddaloni è molto conosciuto nel territorio campano. Nato dalla volontà del sacerdote di occuparsi dell’infanzia disagiata è nel “nel novembre del 1947, nella Caserma Nino Bixio, abbandonata dopo la guerra, che diede vita alla Casa del Fanciullo divenuto poi Villaggio dei Ragazzi e nel 1969 Fondazione” (Vi racconto il Villaggio; Giusto Nardi).


Nella puntuale ricostruzione storica si leggono le vicissitudini del Villaggio, anche legate al mondo politico, divenuto grande e degno di attenzioni. La sostanza tuttavia è che i ragazzi che sono passati per questa struttura in quasi 70 anni di storia, sono moltissimi e in una terra spesso martoriata è stato per lungo tempo un luogo dove fare e imparare cultura. Ancora oggi è un polo scolastico, universitario e di alta formazione che continua con grande difficoltà la sua opera.


L’incontro è stato anche l’occasione per presentare la costituenda associazione “Amici del Villaggio” che ha tra gli obbiettivi quelli di trovare soluzioni per mantenere in vita un progetto così ambizioso dai grandi costi di gestione.


In una sala gremita, alla presenza di alunni ed ex alunni che hanno portato la loro testimonianza ne hanno parlato autorevoli relatori, tra cui Nicola Lombardi, Direttore ISSR “San Pietro” che ha studiato proprio nel Villaggio. 

 

Con un tema di così grande interesse non è stato difficile per Luigi Ferraiuolo, giornalista di TV2000, moderare gli interventi appassionati dei relatori: Rosa De Lucia, Commissario Straordinario della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, Luigi Carrino, Presidente del Centro Italiano Ricerca Aerospaziali (CIRA), Ruggero Pilla, Ex Magistrato, Mons Vincenzo D’Alise Vescovo Caserta.


Presente anche l’autore Giusto Nardi (già direttore del Villaggio per 27 anni, poi componente del CDA dal 1993 al 2001 e Direttore Generale nel 2014) che ha dedicato a questa Fondazione una vita e per la quale, oggi, prova a creare attenzione ed interesse con questo libro nella volontà di mantenere viva “un’esperienza così importante e consolidata con uno spirito radicato nella memoria delle persone, che chiunque avrà il compito gestire la Fondazione “Villaggio dei Ragazzi” dovrà tener ben presente, se vorrà continuare l’opera creata da don Salvatore d’Angelo”.


Vai alla selezione di immagini.

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter