AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2450476
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
24 Novembre 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Autore: Redazione

Una serata organizzata da Ritmi e danze dal mondo per non dimenticare, ed anche per avanzare delle proposte. A Treviso il 5.12.13.

"Mediterraneo: Partire... morire... dimenticare? oltre l'emozione, per riflettere, per agire"
MEDITERRANEO: Partire... morire... dimenticare? oltre l'emozione, per riflettere, per agire" un titolo lunghissimo per parlare di un viaggio lunghissimo e tragico, a due mesi dalla strage a largo di Lampedusa.


Se ne parlerà giovedì 5 dicembre 2013 alle ore 2030 presso l'Aula Magna dell'Istituto Scolastico Canossiano “Madonna del Grappa” in Viale Europa, 20 a Treviso.

Scrivono gli organizzatori annunciando la serata sul sito "Il 3 ottobre 2013 la strage di migranti a largo di Lampedusa, una tragedia senza precedenti nel pur lungo elenco di drammi dell’immigrazione. Fermarsi all'impatto emotivo che una tale notizia evoca rischia di far dimenticare in breve tempo le centinaia di persone che hanno vissuto la speranza di trovare cibo, libertà, lavoro, sogni, società, speranza, aiuto, salute, diritti, felicità". 



Temono che a due mesi da quel triste fatto si dimentichi. Ecco in sintesi il senso che ha sostenuto l'organizzazione "Ritmi e Danze dal Mondo" nel proporre "una serata di riflessione per esplorare il fenomeno migratorio attraverso testimonianze, informazioni, dati, per poterlo approfondire, conoscere e capire". 


L'idea è infatti che una riflessioni supportata da dati e proposte di approfondimento possa stimolare anche l'agire. Maggiori informazioni.
 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter