AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2344904
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
20 Gennaio 2016
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Buone prassi

La Provincia di Treviso offre il servizio “Diritto/Dovere all'Istruzione” che si occupa di seguire ragazzi e ragazze in età scolare usciti dal percorso formativo al fine di contrastare la dispersione scolastica.

Minori e dispersione scolastica: a Treviso nasce lo Spazio 7 Giorni

Testo e fonti a cura ufficio comunicazione Provincia di Treviso.


Tra i compiti della Provincia c'è anche quello di seguire i giovani in dispersione scolastica coinvolgendoli in attività di formazione e orientamento, accompagnandoli alla nuova scelta di studio o di lavoro. 


Quest'anno, grazie al finanziamento di Garanzia Giovani e al contributo di Unindustria Servizi e Formazione, gli operatori dei Servizi per l'Impiego della Provincia che seguono i ragazzi propongono un progetto innovativo: Spazio 7 Giorni.  


Un vero e proprio intervento creativo per quei giovani che non studiano e non lavorano (neet) che hanno bisogno di capirsi, conoscersi meglio e, soprattutto realizzare cose concrete, al di là dei tradizionali colloqui di orientamento.

 

L'idea è stata quella di coinvolgere 37 minori seguiti dal servizio nella progettazione e realizzazione di uno spazio polifunzionale. E' stata allora organizzata la sistemazione, con materiali di recupero, di alcuni locali provinciali da tempo inutilizzati nell'ambito del campus di Lancenigo, dove trova sede anche il CFP della Provincia. Così i ragazzi, seguiti dai tecnici provinciali e da un formatore, hanno risistemato lo spazio, rendendolo così disponibile a loro stessi ma anche ad altri ragazzi che in futuro si troveranno a dover usufruire del servizio.


Nello “Spazio 7 Giorni” si potranno attivare laboratori di fotografia (sviluppo e stampa), design, sartoria (riadattamento di abiti smessi) e dare vita ad altre attività multimediali, come una web radio.

 

Il progetto si è concluso nell'ultima settimana del 2015 con l'apertura dello spazio, mentre tutta l'attività è documentata da una pagina Facebook

 

La Provincia di Treviso e il servizio Diritto/Dovere hanno dunque oggi un  nuovo spazio a disposizione, nato dalla “cittadinanza attiva” e dal progetto realizzato. Ovviamente, la Provincia continuerà a seguire i 37 ragazzi fino alla loro nuova scelta di vita.

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter