AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2733152
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
14 Marzo 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF

A cavallo tra il secolo scorso e il nuovo millennio ha svolto una forma teatrale nuova e innovativa, “sistemica”, facendo recitare a persone con "diverse abilità" anche Shakespeare.

Mirko Artuso, artista teatrale che ha dedicato parte della sua vita professionale al teatro disabili

Impossibile annoverare tutte le esperienze di Mirko Artuso, poiché ha fondato e diretto moltissimi festival e spettacoli, ma certo la sua esperienza con i disabili e il progetto di inclusione sociale sono un suo punto di forza nell’ambito del teatro sociale.


Il progetto si chiamava Teatro&Handicap e coinvolgeva, nell’ottica del superamento delle barriere culturali, persone disabili, famiglie, insegnanti, educatori, artisti e operatori sociali. Nata nel 1996 a Montebelluna (TV), l'iniziativa era diretta da Artuso in collaborazione con l’Alss 8 e l’Associazione Dimensione Cultura con le produzioni “Tempesta” del 1996 - elaborazione de "La tempesta" di Shakespeare e Gelsomina del 1997 - tratto da "La Strada" di Fellini.


Nel 1997, collaborando con l’ ALss 9 ad un convegno rivolto ad operatori, famiglie e volontari sul tema della creatività; li coinvolse in attività pratiche di laboratorio con pittura, teatro, espressione corporea. Mirko stipulò quindi una convenzione triennale, che nel 2001, grazie anche ad un laboratorio di danza ed espressione corporea, arrivò a coinvolgere nel trevigiano 13 strutture, tra pubbliche e private, 22 operatori e 45 disabili. Negli stessi anni lavorò con altre Alss Venete e di altre regioni. Nel 2002 portò in scena lo spettacolo teatrale “Prezzemolo & Finocchio” e il laboratorio per bambini disabili in collaborazione con il Centro di neuropsichiatria infantile dell’ASL 4 di Torino.


Pensiero Libero ha nel suo archivio del Centro di Documentazione una locandina dell'epoca, ancora in ciclostilato stampato A4 come si usava negli anni ottanta e novanta, che vi alleghiamo quale prezioso documento storico.


Oggi collabora al progetto Arditodesio di Trento ed è possibile vederlo a teatro o in trasmissioni televisive. Vedi i suoi ultimi lavori ed anche dove e come poterlo vedere.


Mirko Artuso su accaparlante: "In un percorso creativo con i disabili, l'operatore deve sentirsi come un elefante in un negozio di cristalli, essere abile e sicuro; allora potrà arrivare dall'altra parte del negozio, senza aver rotto nemmeno uno dei preziosi cristalli... Sono convinto che non esista un teatro diverso per persone diverse, ma un teatro capace di generare incontri socialmente riconoscibili"


 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter