AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2344919
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
20 Giugno 2014
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Autore: Redazione
Categoria: RicercaIstruzione

GAL Montagna Leader capofila del progetto transnazionale "New Landscapes for Sustainability" che vede la Land Art come strumento per avvicinare in modo creativo i giovani all’ambiente.

New Landscapes for Sustainability, 300 ragazzi delle scuole medie si avvicinano all'ambiente

Testo e fonti Marina Tagliaferri 



Il tema della sostenibilità ambientale coniugato allo sviluppo turistico del territorio è al centro di New Landscapes for Sustainability (alcuni studi al link), progetto di cooperazione transnazionale di cui è capofila il Gal Montagna Leader e a cui partecipano il GAL Val de Garonne Gascogne (Francia), il Gal Akirs (Basilicata) e Active North Satakunta association (Finlandia). 


Le iniziative previste si sviluppano su due piani, uno internazionale che coinvolge in azioni comuni tutti i partner, e uno locale con attività sviluppate sui singoli territori. A livello internazionale, dopo l’individuazione di un logo unico per la comunicazione, si sono svolti meeting e visite di studio, e durante l’estate 2014 si svolgerà in ogni paese un evento trasnazionale che vedrà coinvolti gruppi di giovani, artisti e esperti d’arte e natura.

 

A livello locale, il GAL Montagna Leader ha individuato il tema della Land Art come filo conduttore per avvicinare i giovani all’ambiente in maniera nuova e creativa. Sono stati coinvolti oltre 300 ragazzi delle scuole medie di Caneva, Montereale, Vivaro, Maniago, Meduno e Travesio e due classi dell’Istituto IAL di Aviano. Le classi hanno sviluppato dei percorsi in aula e sul territorio in cui, seguiti dagli esperti Gabriele Meneguzzi, Vincenzo Sponga e Julia Artico, hanno avuto la possibilità di conoscere le tecniche della Land Art, per poi sviluppare e realizzare un proprio progetto. I ragazzi hanno lavorato rispettivamente nelle aree del sito Unesco Parco del Palù, l’area dell’ex Battiferro Beltrame a Maniago e a Toppo di Travesio. 


In ogni area sono state realizzate delle opere frutto del lavoro collettivo dei ragazzi e della loro interazione con la natura.  In particolare per le classi del maniaghese e della pedemontana si è creata una sinergia con la manifestazione Humus Park, giunta quest’anno alla sua 4 edizione e che ha protagonista per una parte proprio il sito Unesco del Palù di Livenza.

 

Un concorso fra le classi premierà i tre gruppi, uno per ogni area, che hanno dimostrato maggior capacità, abilità manuale, impegno e spirito di gruppo: i vincitori parteciperanno rispettivamente ad una settimana di scambio nei paesi partner (in Francia hanno partecipato dall’11 al 16 giugno, in Basilicata parteciperanno dal  17 al 21 luglio e in Finlandia dal 24 al 29 agosto). Qui i giovani hanno l’opportunità di mettere in pratica le tecniche acquisite, di conoscere nuove realtà e loro coetanei, nell’ambito di programmi culturali volti ad approfondire la tematica ambientale e della valorizzazione del paesaggio.

 

In settembre, inoltre, il GAL Montagna Leader organizzerà due eventi, che si terranno nei comuni di Travesio, Caneva e Polcenigo. In particolare, per i comuni della pedemontana è prevista la realizzazione di una tre giorni sul tema della Land Art, che possa portare all’attenzione del pubblico questi territori ambientalmente predisposti ad accoglierla nelle sue diverse forme.


Foto: Nido di Debora dal Basso 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter