AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2344913
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
7 Aprile 2014
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Cultura

Avviato alla fine del 2012 dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, il progetto è stato presentato alla città nell’auditorium di Palazzo Bomben Venerdì 4 aprile scorso.

Oggi 70° anniversario del bombardamento di Treviso. Parliamo del progetto Treviso Urbs Picta

La presentazione in un auditorium (fondazione Benetton) gremito di appassionati accorsi alla presentazione di un progetto ambizioso sugli "affreschi di facciata che, sin dall’età comunale, hanno contraddistinto il paesaggio urbano" della bellissima città dipinta capoluogo della Marca.


L'occasione il settantesimo anniversario del bombardamento del 7 aprile, (vedi altre iniziative)che devastò la città con vittime innocenti e irreparabili ferite all'architettura restaurata in parte da Mario Botter nel dopoguerra. La ricerca è stata condotta da un gruppo di lavoro multidisciplinare ed è stata elaborata e allargata sulla base delle ricerche precedenti e del materiale già mappato, in particolare dal Catalogo delle cose d’arte e di antichità d’Italia di Luigi Coletti e dalle elaborazioni successive al progetto di mappatura di un gruppo di laureandi in architettura effettuato nel 1982. 

 

In sostanza si tratta di una nuova analisi del territorio per la costruzione di cartografia più aggiornata che analizza le fasi storiche artistiche cittadine fino ad oggi. Lo scopo è di fornire uno stato di fatto per poter eventualmente intervenire con nuovi restauri, che secondo gli autori sono urgenti, ma che grazie all'elaborazione di un programma elettronico dettagliato, presto consultabile on line, potrebbe fornire anche una serie di notizie e di percorsi utilizzabili a livello turistico. 


Vedi una sintesi  della conferenza con i punti salienti (con la descrizione del restauro di Palazzo dei signori dopo il bombardamento).

Vedi le immagini della conferenza alla pagina facebook.

Vedi una selezione di foto della città di Treviso (prima e dopo) inviate dall'ufficio Stampa Fondazione Benetton. 

 

L’incontro, introdotto dal direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche Marco Tamaro e dall’assessore alla Cultura del Comune di Treviso Luciano Franchin, ha visto succedersi gli interventi di Lionello Puppi, storico dell’arte e supervisore scientifico della ricerca; Chiara Voltarel, storica dell’arte; Massimo Rossi, geografo storico; Rossella Riscica, architetto. Nonchè del gruppo di giovani laureandi che molto avevano raccolto considerate le "tecnologie" dei primi anni 80. 


Seguono da vicino gli sviluppi del progetto (Fonte ufficio stampa Beneton studi e ricerche): Toni Basso (studioso trevigiano, Società Iconografica Trivigiana), Andrea Bellieni (studioso trevigiano, Museo Correr Venezia), Elena Franchi (ricercatrice indipendente, si occupa di tutela dei beni artistici in tempo di guerra), Fabio Frezzato (storico delle tecniche artistiche ed esperto di diagnostica dei materiali nell’ambito dei Beni Culturali), Paolo Guolo (fotografo), Franca Lugato (storica dell’arte), Eugenio Manzato (storico dell’arte), Anna Maria Spiazzi (storica dell’arte), Umberto Zandigiacomi (studioso trevigiano, Italia Nostra). 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter