AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2679029
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
26 Aprile 2014
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Autore: Redazione
Categoria: RicercaLavoro

Presentati al Sant’Artemio il nuovo progetto di politiche attive 2014 e i dati del lavoro dei Centri per l'Impiego per il primo trimestre di quest’anno. La Provincia di Treviso stanzia 850.000 euro per i lavoratori del territorio.

Politiche Attive del Lavoro: dalla Provincia di Treviso 850.000 euro

Testo e fonti a cura ufficio stampa Provincia di Treviso.


Per i Centri per l'Impiego ci sono lievi segnali di ripresa. Tra i dati rilevati si segnala l’aumento del 29,4% dei tirocini avviati, in costante aumento da febbraio 2013. Le aziende che si sono rivolte ai CPI della Provincia di Treviso sono aumentate rispetto l’anno precedente del 31,6%.

 

Le dichiarazioni del Presidente: “Nonostante le difficoltà, siamo riusciti a finanziare anche per quest'anno i progetti a favore del lavoro. La Provincia di Treviso fino all’ultimo continuerà a fare programmazione. I dati raccolti dai nostri CPI per il primo trimestre 2014 dimostrano che siamo di fronte ad una lieve ripresa. Le aziende ricominciano a chiedere lavoratori (+49,2%) e il numero di vertenze, in particolare le Cigs, è in calo. 


Più di 7 richieste su 10 sono di personale effettivo e non di tirocinio e circa il 45% delle richieste riguarda assunzioni a tempo indeterminato. La crisi comporta una richiesta maggiore di figure specializzate come ad esempio calzolai o meccanici e riparatori di automobili e simili. Diminuiscono per contro le richieste di profili generici”.


In allegato le slide con tutti i dati.


 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter