AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2345135
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
22 Dicembre 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Pedagogia Minori

Cambiano le regole sulle Provincie? Speriamo che i progetti che funzionano rimangano in essere. A Treviso la premiazione del concorso a cura dell’assessore provinciale al Sociale, Paolo Speranzon.

Premiato il  3° Concorso Nazionale di sensibilizzazione sui rischi di Internet "Il Sexting"

Premiato il  3° Concorso Nazionale di sensibilizzazione sui rischi di Internet "Il Sexting", presente anche l'esperto informatico Nicola Chemello ideatore del concorso e del sito interne www.internetinsicurezza.it


La Provincia di Treviso ha messo a disposizione per il concorso 350 euro per il 1° classificato, e 250 euro per il 2°. Il Concorso nazionale di sensibilizzazione sui rischi di Internet è giunto alla terza edizione ed era stato lanciato nel dicembre 2012 in occasione di un seminario di studio sull'adescamento minorile nel web.


Al via ora la 4^ edizione del concorso nazionale che riguarderà ancora la realizzazione di un video dal titolo “Il sexting – tutto comincia con una foto”. La scelta di rilanciare il tema della terza edizione (Il termine sexting indica lo scambio di immagini sessualmente esplicite tra coetanei mediante smartphone, email o altri strumenti web ndr) nasce dalla valutazione del fenomeno oggi molto diffuso tra i giovani e con conseguenze allarmanti. L’obbiettivo è di continuare a sensibilizzare i giovani sui rischi della rete. “Per preparare il video e concorrere infatti è necessario aver pensato al tema, averne parlato in classe, aver deciso come proporlo nel video” gli organizzatori annuciano attraverso lìufficio stampa che “Vogliono far diventare i ragazzi protagonisti delle proprie azioni, e  conoscere come la pensano e come ritengono di proteggersi dai rischi di Internet. Tutto per arrivare a diffondere il loro pensiero affinché possa essere utile ad altri ragazzi.


Il concorso è stato patrocinato da: UNICRI (Istituto Internazionale delle Nazioni Unite per la Ricerca sul Crimine e la Giustizia), Ministero dell'Interno, Ministero della Giustizia, Regione del Veneto, Arma dei Carabinieri, Garante per la protezione dei dati personali, Consiglio Nazionale Forense, CORECOM della Regione Emilia-Romagna, Centro Zaffiria per l'educazione ai media, Comune di Istrana (Tv), Fiati Corti, Lago Film Festival, AICA (Associazione Italiana per l'informatica e il Calcolo Automatico), Telecom, Fondazione Movimento Bambino, Fondazione Mike Bongiorno, Alboscuole (Associazione Nazionale di Giornalismo Scolastico), Associazione Vivere la Cittadinanza.

 

1° classificato il video “Sexting – non si torna indietro” presentato dall’Enaip Veneto, Unità Operativa di Vicenza. EnAIP Veneto è un’impresa sociale senza scopo di lucro promossa dalle ACLI e attiva dal 1951 nell’ambito della formazione professionale.


2° classificato il video “Una foto per dire basta al sexting” presentato dal liceo di Stato “Rinaldini” di Ancona.

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter