AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2386773
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
21 Gennaio 2015
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Autore: Redazione

Continua il lavoro della “Commissione Provinciale per la Lotta ed il Contrasto alle Mafie”: la Provincia sta per varare delle iniziative di formazione e sensibilizzazione degli studenti della scuola primaria.

Provincia di Treviso: in prima fila nella lotta alle mafie

Le iniziative proposte della Commissione fanno seguito ad una delibera del Consiglio che individua la volontà di essere parte attiva nella lotta alla criminalità organizzata, a sua volta facente seguito al Protocollo d'Intesa firmato due anni fa da UPI Veneto, Ministero dell'Interno, Regione Veneto e Anci Veneto (fonte uff. stampa provincia di Treviso).


In collaborazione con le associazioni nazionali Avviso Pubblico e Libera, il progetto sbarca nella scuola primaria con iniziative di sensibilizzazione.


Il presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro ricorda: "da tempo il Consiglio Provinciale si è mosso con l'apposita commissione, arrivando a definire le azioni di formazione da fare nelle scuole", ma ricorda che  la prevenzione passa anche per le imprese, specie in questo periodo di crisi, e per questo il programma prevede il coinvolgimento delle "associazioni di categoria e gli ordini professionali". 


Un esempio concreto è il "progetto Ripartire, che ha permesso di seguire gli imprenditori che avevano cessato la propria attività per la crisi". Pensato per dare un sostegno e offrire la possibilità di “ripartire” senza dover cadere nel tranello della malavita, il progetto ha aiutato 250 imprenditori.

 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter