AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2733142
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
28 Febbraio 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: Associazioni

Una Rete solidale che porta il nome di una bambina e realizza progetti per il Sud del mondo.

Rete Radiè Resch, la solidarietà inizia facendo rete sociale

Nata nel 1964, Rete Radié Resch è una Associazione che promuove la solidarietà internazionale, il cui nome si ispira ad una bambina - Radié (Radia) Resch  - morta di polmonite in una grotta a Betlemme. 

La piccola Radiè era in attesa con la famiglia di ricevere una casa e, senza voler fare dei facili riferimenti biblici, questo fatto ha stimolato il suo fondatore (Ettore Masina) alla realizzazione del primo progetto finanziandone alcune in quei territori.  


Come altri enti solidali verso i popoli del Sud del mondo, persegue obbiettivi tesi ad abbassare le “disuguaglianze tra Nord e Sud del mondo”, sostenendo piccole realtà ed aiutandole a crescere. Negli anni l’Associazione si è distribuita su tutto il territorio nazionale, credano una vera Rete e realizzando altri progetti in America, centrale e meridionale, e in altre realtà dei paesi più poveri.


Attiva anche in Italia e in Europa opera “per la costruzione di un mondo più giusto, cosciente e per costruire la giustizia e la pace” proponendo un cambiamento dei paesi del Nord del mondo. Chiede a chi aderisce di impegnarsi “ad approfondire le cause della diseguaglianza tra Nord e Sud e divenire fonte di informazione e mezzo di sensibilizzazione, per essere una voce al servizio di chi non ha voce”.


Attualmente ha in corso 40 progetti, prevalentemente in America Latina, molti in Brasile, ed altri in Palestina,  Italia e Africa.


Rapporto progetto Firenze 01-2013 – Diritti per i bambini


Rapporto progetto Pesaro 02-2013 – Uguaglianza per le donne 

 
Commenti
  • io conosco benissimo la rete, ma conoscevo soprattutto la Resi, ha dato tantissimo per tutti, RESI se non c'eri ti dovevamo inventare..speriamo che quacun'altro ti ringrazi per il bene che hai fatto e non si dimentichi di te
    7 Marzo 2013
    giovanni
  • ti ringrazio Daniela per le belle parole che hai scritto per la Resi e' vero ci manca tantissimo..ma lei da lassu' ci guarda e in qualche modo ci sostiene nei nostri momenti di difficolta' ciao un abbraccio circolare a tutti in Ecuador
    7 Marzo 2013
    giovanni
  • Bravi a far conoscere realtà come questa. Anche grazie alla Rete che sostiene in gran parte un progetto per "donne capofamiglia", anch'io sono qui, in Ecuador, a solidarizzare con i poveri a nome della Rete e di altri amici.
    6 Marzo 2013
    daniela andrisano
  • Bello aver ricordato Resi, per me dolce e carissima amica e sorella al mio arrivo a Treviso e negli anni dopo. La sua foto mi accompagna anche qui dove so che mi è vicina in modo particolare.
    6 Marzo 2013
    Daniela andrisano
  • Bellissimo e interessante articolo, c'e sempre piu' bisogno di solidarieta' in questo mondo distratto e frenetico...bene...vorrei saperne di piu dell'associazione ciao e grazie
    2 Marzo 2013
    Jstemapo
  • Bisognerebbe fare piu' commenti e articoli per promuovere le persone che si prodigano per queste inziative molto importanti che vanno ad alimentare la sete di solidarietà..appunto RETE... volontariato delle persone come me per allargare gli orizzonti
    2 Marzo 2013
    ceschina
  • Vorrei visitare questi posti per rendermi conto di persona dello spessore di amore che investe determinati luoghi sacri... e della solidarieta' internazionale che vi e' intorno by gionniD
    1 Marzo 2013
    gionnid
  • la conosco bene questa rete..e' di grande aiuto e di effetto, bravi a farla conoscere sempre di più
    28 Febbraio 2013
    elcianin
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter