AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2488597
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
13 Marzo 2014
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: SportTerra

L'accordo sosterrà la candidatura ad ospitare in una delle prossime edizioni la partenza del Tour dal Veneto, l'evento sportivo seguito da tutto il mondo che offre grandi opportunità al territorio.

Siglato accordo a Venezia tra Regione e VeneTour per la Grand Depart del Tour de France
Le dichiarazioni del Governatore della Regione del Veneto esprimono la grande soddisfazione e l'ottimismo delle grandi occasioni “Il Tour de France – spiega Luca Zaia – è una delle corse che fa parte dell’Olimpo del ciclismo e la possibilità di averlo in Veneto è una grande opportunità per tutto il territorio. Questa manifestazione sportiva può essere una vetrina importante oltre che un sicuro volano per il turismo di una regione, come il Veneto, che ogni anno conta oltre 60 milioni di presenze". (Fonte uff. stampa Regione del Veneto)

Come sempre sul tavolo le capacità organizzative e di accoglienza che non devono mancare in un evento di così grande respiro internazionale. Due i riferimenti simbolici prospettati per l'evento: l’anniversario della Grande Guerra, (Centenario della Grande Guerra coprirà un periodo tra il 2014 e il 2018 ndr) che vedrà impegnata la Regione Veneto e territori della memoria e del Piave, il Sacro Fiume della Patria, ed il ricordo di Ottavio Bottecchia, il ciclista veneto prima maglia gialla italiana al Tour de France nel 1924.

Queste le premesse, ma l'auspicio di questa importante candidatura del Veneto che ha sempre visto il ciclismo in prima linea con circa 500 società e oltre 18 mila i praticanti (fonte uff. stampa Regione del Veneto) vede un impegno della Regione che in cifre potrebbe significare creare un indotto di 120 milioni in cinque giorni, con quattro giorni in mondovisione in 200 paesi, duemila giornalisti al seguito, tre miliardi di contatti televisivi, con una occupazione alberghiera del 99% nel raggio di 100 km dall'evento e un incremento del turismo del 10%. 

Per Eleonora Bottecchia, che ha co-siglato l'accordo, “significherebbe creare opportunità di lavoro e rilancio del turismo" e poiché "i contatti con la corsa francese sono ben avviati, ora grazie anche all’accordo con la Regione del Veneto, si lavora per portare a casa il risutato”. 

 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter