AGGIORNATO IL 27 Luglio 18:21:22
VISITE: 2419953
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
22 Marzo 2013
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Categoria: AttualitàStudi

E’ ospite dell’Università di Padova in questi giorni, 21 -23 marzo, la prestigiosa conferenza internazionale di studio e ricerca sulla letteratura per l’infanzia.

“The child and the Book” è per la prima volta in Italia. A Padova fino al domani

“The child and the Book” edizione 2013 è per la prima volta in Italia (fonte provincia di Padova) con più di 40 delegati provenienti da altrettanti Paesi del mondo. Quest’anno il tema si occupa di "Letteratura per l'infanzia, tecnologia e immaginazione".

 

La scorsa edizione si era tenuta al Department of Education  dell’Università di Cambridge (UK) e rientra tra le attività della Biennale di letteratura e cultura per l’infanzia di “Città Invisibili”, l’iniziativa culturale ispirata a Calvino, che cerca di creare luoghi d’incontro ed educazione culturale per i cittadini veneti sui temi della letteratura dell’infanzia e dell’arte.


Dopo l’incontro di eri al Palazzo del Bo a Padova, oggi e domani proseguono le attività al Museo Diocesano in piazza Duomo. Si discute su teorie e “proposte metodologiche, esempi pratici e esperienze sul campo raccolte da studiosi e giovani ricercatori di tutto il mondo sull’interazione - letteraria, estetica, cognitiva, emozionale - fra bambini e  libri”. Ma un occhio attento è posto anche sui nuovi sistemi digitali e come i bambini si confrontano con questi nuovi media.


“Cos’è l’immaginazione? Quale ruolo svolge nello sviluppo del bambino? Che tipo di rapporto intrattiene la Letteratura per l’Infanzia con la dimensione immaginifica? Come agiscono sul giovane lettore i diversi “media” della lettura? Che tipo di lavorio intellettuale ed estetico produce un libro su carta rispetto ad un libro digitale?”


Queste alcune delle domande a cui cercheranno di dare risposta i relatori e i convenuti internazionali a questa interessante iniziativa rivolta a chiunque a vario titolo si occupi di scuola ed educazione, studiosi e docenti del mondo accademico ma anche insegnanti, educatori, bibliotecari, librai e blogger.


La conferenza è tenuta interamente in lingua inglese e prevede costi di partecipazione, maggiori informazioni.

 
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter