AGGIORNATO IL 28 Gennaio 08:48:04
VISITE: 2330318
Dimensioni del testo:NORMALE|GRANDE|MOLTO GRANDE
Modalità:NORMALE|ALTO CONTRASTO
  • ciakad.com
  • Vimeo
  • Twitter
  • Facebook
  • Youtube
  • Youtube
  • Pinterest
  • RSS
10 Febbraio 2016
invia questo articolo stampa questo articolo salva questo articolo in formato PDF
Autore: Redazione
Categoria: Attualità

Unicef Italia propone un sitting a catena per sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi dell'infanzia nei contesti di guerra, e la morte di tanti bambini.

#TUTTIGIUPERTERRA
UNICEF Italia propone una iniziativa pacifica per cercare di sensibilizzare sui temi dello sfruttamento dei bambini, sulla necessità di creare dei corridoi umanitari nelle città sotto assedio per le famiglie e i bambini in fuga. 


L’UNICEF Italia promuove l'evento #TUTTIGIUPERTERRA, in particolare per le vittime in mare, un gesto, scrivono presentando l'iniziativa, "che non costa nulla ma che può valere una vita". 


L’idea nasce da un’azione accaduta in Grecia durante una partita di calcio "quando l'arbitro ha fischiato il calcio d'inizio della partita di serie B greca AEL - Acharnaikos i 22 giocatori delle due squadre si sono improvvisamente seduti a terra, immobili, in silenzio. Per due minuti. Lo speaker dello stadio di Larissa, in Tessaglia, ha spiegato che l'inedito gesto era volto a denunciare la morte, ogni giorno, nel mare Egeo, di centinaia di bambini in fuga dalla guerra in Siria e in Iraq, definito "un crimine a cui ci stiamo abituando". 


Ecco allora la proposta di Unicef:  

Scuole: dopo il suono della campanella, il dirigente scolastico, i professori e tutti gli studenti si siedono per terra per 30 secondi. 
 

Università: negli atenei coinvolti nei nostri Corsi Universitari, ma anche negli altri, possiamo proporre che, ad un’ora identificata, gruppi di studenti, docenti e personale si siedano per terra per 30 secondi. 


Ospedali: ove possibile si può coinvolgere il personale medico, i pazienti (tutti coloro in grado di farlo) e le loro famiglie di sedersi in luogo idoneo, da loro scelto, per 30 secondi. 


Istituzioni: l’iniziativa può coinvolgere le Amministrazioni Comunali Regionali e Provinciali e tutti i soggetti con i quali voi siete in relazione e rappresentano la rete di interlocutori nelle vostre attività. Ovunque possibile (piazze, uffici, corridoi, ambienti di lavoro) gruppi di persone potranno sedersi per 30 secondi. 


A questi esempi possiamo aggiungere: mercati, supermercati, AUSER, teatri, cinema ecc.. 


Sport: oltre al calcio “nazionale” serie B e A (prossimo fine settimana), il CONI ha aderito all’iniziativa coinvolgendo tutto il mondo dello sport. Sulla manifestazione nazionale vi aggiorneremo inizio prossima settimana, ma potete comunque coinvolgere tutte le associazione sportive con cui siete in contatto. 


Stesso sistema: nelle diverse realtà sportive i ragazzi e i professori si siedono per terra per 30 secondi. Per fare in modo che la visibilità della Campagna raggiunga il maggior numero di persone, vi chiediamo di concentrare della settimana dall’11 al 18 febbraio 2016 le vostre iniziative. 



 
Commenti
messaggio pubblicitario
Inserisci il tuo login e la tua password per postare il tuo articolo
Inserisci il tuo login e la tua password per accedere all'area download
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter